Tessuti vintage: il passato va di moda!

tessuti vintage

Unire passato e presente in uno stile unico e ricco di fascino? Si può, se decidete di arredare la vostra casa con complementi d’arredo e tessuti vintage!

È uno stile di gran moda, eclettico e versatile e tuttavia molto semplice da adattare ai vari ambienti della casa, in particolar modo è perfetto per il salotto: per creare un fascino retrò può essere sufficiente un tappeto, magari pregiato, ricordo di epoche più lontane, ma si possono usare tessuti vintage anche ad esempio per i rivestimenti dei divani, delle poltrone, delle sedie e dei cuscini.

I dettagli fanno davvero la differenza: un ricamo particolare, un pizzo, un cordone, per non parlare di colori, trame e fantasie che, combinati tra di loro con gusto, possono dar nuova vita anche a vecchi oggetti rendendoli dei veri e propri pezzi unici che potranno stupire i vostri invitati e che sembreranno frutto di lunghe e meticolose ricerche nei mercatini di antiquariato.

Tessuti vintage: quale stile scegliere?

Se siete appassionati di Pop Art, allora i tessuti che fanno per voi sono quelli degli anni ’70, con decorazioni in stile Andy Warhol e con stampe di icone del grande cinema di Hollywood; se amate i colori sgargianti, un complemento d’arredo come ad esempio un cuscino rivestito di tessuto anni ’60, con i suoi colori fluo e le fantasie psichedeliche, vi conquisterà; se invece siete più attirati dalle stampe floreali, meglio orientarsi su tessuti anni ’50, dalle nuances più delicate.

Se preferite una scelta forte, allora orientatevi su una carta da parati anni ’70: le tonalità intense tipiche di quel periodo si integrano alla perfezione, per via del contrasto, anche negli arredamenti più moderni, creando abbinamenti vincenti.

Qualunque sia il vostro gusto, di una cosa potete stare certi: impreziosire la vostra casa con arredi e tessuti vintage la renderà unica, originale e ricercata. . .  lasciatevi ispirare dal fascino del retrò, il passato va di moda!

Lascia un commento