Tessuti, colori, accostamenti: come scegliere le tende giuste

Nell’arredamento di casa, la scelta delle tende avviene per ultima, ma non perché sia la meno importante, anzi, al contrario, le tende sbagliate possono compromettere la riuscita di tutto l’insieme. A Milano, da Aldo Verdi, è disponibile un vasto assortimento di tendaggi e tessuti per l’arredamento delle marche più rinomate che vanno da Christian Fischbacher a Osborne&Little, passando per CasaDeco, CTA ed altre. Come orientarsi nella decisione? I fattori da considerare sono tanti: l’ambiente a cui sono destinate, la luminosità, le dimensioni, le esigenze specifiche, i colori e lo stile degli arredi preesistenti. Vediamo di seguito quali sono le regole principali alle quali attenersi.

Scegliere le tende giuste, una questione di composizione

Per quanto riguarda il tessuto, la prima cosa da valutare è la composizione: infatti, i tessuti sintetici in genere si lavano facilmente e spesso non hanno bisogno di essere stirati; al contrario quelli con fibre naturali, come il lino e il cotone, specie se non sanforizzati, hanno bisogno di molta cura sia nella stiratura che nel lavaggio. Il secondo fattore da prendere in considerazione è lo spessore che può rendere una stoffa più o meno morbida e fluente, ma soprattutto può ostacolare il passaggio della luce: quindi le tele spesse vanno bene per le tende oscuranti, mentre quelle più leggere e quasi trasparenti sono consigliabili in ambienti dove la luce naturale entra a fatica. Inoltre, alcuni tessuti tendono a stropicciarsi facilmente e non sono adatti a tende dalla fitta arricciatura, come quelle a pacchetto. Infine, l’uso di pizzi e di decorazioni che rischiano di appesantire l’ambiente, deve essere proporzionale alle grandezza delle aperture: se le finestre sono piccole, meglio usare solo piccoli accenni.

Attenzione ai colori per le tende: il neutro per ogni ambiente i colori freddi per ambienti pieni di luce

Per quanto riguarda i colori, è bene ricordare che quelli neutri, principalmente il bianco, si abbinano con tutto e vanno bene sia nella zona notte che nel living; le tonalità pastello sono da riservare alla camera da letto, mentre i colori freddi e scuri, che limitano la luminosità, possono essere usati solo in ambienti grandi e molto luminosi e in qualche modo debbono essere richiamati negli altri arredi. Per la cucina vanno bene le tinte allegre e vivaci e le collaudatissime fantasie a quadretti o floreali.

Consigli più specifici? Meglio rivolgersi ai professionisti come Aldo Verdi, a Milano, che oltre alla carta da parati, tende tecniche e pavimentazioni, mette a disposizione la lunga esperienza nel settore per offrire consulenza personalizzata e creare tendaggi moderni e classici, che sanno valorizzare ogni arredamento.

 

Lascia un commento