Damaschi, pizzi, merletti: il fascino ultra moderno dell’antico

Non sono mai passati di moda damaschi, pizzi e merletti, ma negli ultimi anni stanno vivendo un periodo di nuovo splendore. Sarà per la fantasia e la leggerezza delle creazioni, sarà per l’apprezzamento nostalgico per le ormai rare lavorazioni a mano, ma il fascino delle trasparenze e la finezza dei motivi decorativi ottenuti “solo” con trafori o giochi di lucido-opaco nei materiali hanno conquistato anche il gusto moderno. I corredi antichi sono usciti dai bauli della nonna e hanno ritrovato un posto nelle case. Ma, inaspettatamente, anche mobili e arredi si sono arricchiti e ornati di trafori merlettati. Carte da parati e tendaggi non si sottraggono alla regola, così come è evidente prendendo visione dei cataloghi dei brand del settore presso Aldo Verdi, distributore di carte da parati, tessuti d’arredamento, tende tecniche e pavimentazioni, a Milano.

Le fantasie damascate sono da tempo un must nella carta da parati, basta sfogliare le proposte dei marchi più affermati, come Osborne & Little o Parato, per rendersene conto. Cristiana Masi, in particolare, ne ha fatto un motivo ricorrente nella maggior parte delle sue collezioni, con disegni sempre diversi, ma tutti connotati dalla stessa eleganza classica e dalla fantasia dei temi decorativi coordinati. L’effetto pizzo nei parati rientra, invece, nella tendenza degli ultimissimi anni: Emiliana Parati se ne fa portavoce in “Samarcanda” stagliando sulle pareti e proponendo i suoi pizzi nei colori tradizionali o in quelli pastello, o insoliti come l’amaranto.

Nuovo e antico si legano con effetti sorprendenti nei campionari dei tessuti di arredamento e tende di Aldo Verdi, a Milano, e si evince l’attenzione alla qualità e ai trend emergenti. Pizzi, damaschi e merletti vengono rievocati, ad esempio, da Christian Fischbacher, con la ricercatezza e lo stile che contraddistinguono tutte le sue collezioni, nei tessuti pensati per creare tendaggi dai raffinati decori o dalle affascinanti trasparenze, rispondenti al gusto contemporaneo.

Lascia un commento