Carta da parati Le Corbusier Dots

Arte porta in produzione il campionario cromatico di uno dei maggiori protagonisti dell’architettura del ‘900: il risultato è la carta da parati Le Corbusier Dots, dallo spiccato e inconfondibile stile modernista.

Charles-Edouard Jeanneret-Gris, meglio noto con lo pseudonimo di Le Courbusier, o semplicemente Le Corb (il corvo), è stato uno degli architetti più influenti del Novecento e un protagonista assoluto del Modernismo.

Oltre alla progettazione di edifici di stampo razionalistico, Le Corbusier ha prodotto anche uno studio applicativo su una gamma di colori, denominato Polycromie Architecturale, per gli abbinamenti cromatici delle grandi superfici dei suoi edifici.

Si tratta di una vera e propria Teoria dei Colori che comprende 63 colori i quali, abbinandosi tra di essi, provocano contrasti e combinazioni di grande equilibrio cromatico.

Dal 1968 la Fondazione Le Corbusier di Parigi protegge e gestisce la paternità delle Opere del Maestro, cedendo poi alla svizzera Le Couleurs Suisse AG i brevetti e i diritti per proteggere e diffondere la gamma esclusiva dei colori contenuti nei Polycromie Architecturale.

Il progetto di Arte: riportare in vita il Polycromie Architecturale

L’idea dell’azienda produttrice di carte da parati Arte di riportare in vita il corpus cromatico ideato da Le Courbuiser con una gamma di prodotti di alto profilo qualitativo si è rivelata come una delle migliori scelte strategiche nel marketing delle carte da parati degli ultimi anni.

L’azienda belga della famiglia Desart, attiva del 1981, ha così avviato un proficuo scambio tecnico e legale con la Fondazione Le Corbuiser e la Le Couleurs Suisse AG, ottenendo la concessione per riprodurre su carta da parati le cromie del padre del Modernismo.

La linea di prodotti Le Corbusier Dots

Dopo una fase di sperimentazione durata oltre un anno, nel 2015 per celebrare il cinquantesimo anniversario dalla scomparsa di Le Corbusier, Arte ha immesso sul mercato la linea di carta da parati Le Corbusiier Dots, una gamma di 40 prodotti nei quali vengono ripresi gli stessi bilanciamenti cromatici del Polycromie Architecturale.

Carte da parati che presentano talvolta abbinamenti appena accennati, con l’inserimento di sottili linee verticali o di semplici punti in contrasto con lo sfondo, o che assumono aspetti più accattivanti come per gli accostamenti tra rosso e blu; in tal modo, secondo le volontà dell’azienda, la linea di prodotti Le Corbusier Dots permette di offrire un rivestimento murale perfetto per ogni tipologia di ambiente, pur mantenendo sempre una sofisticata coerenza stilistica all’interno della gamma completa.

La scelta di Arte di investire su un progetto di recupero dei cromatismi del Polycromie Architecturale è stata dettata da due principali fattori; il ritorno dei gusti legati a quelle stagioni dell’arte e la perfetta simbiosi tra il progetto Le Corbusier Dots e l’indole dell’azienda Arte che pone da sempre la ricerca sul croma e delle superfici dei suoi parati, spesso monocromi, il fiore all’occhiello della sua produzione di carta da parati.

Lascia un commento